Vero o falso

Vero o falso

Luca Sala

Scrivere un libro è come infilare una collana con le perle. Il filo sono le parole una attaccata all’altra: servono a sostenere e collegare le perle, che sono le idee. Idee piccole, semplici, magari non sempre luminose, intervallate da altre migliori, più lucide, colorate, più grandi.
Il personaggio principale di questa storia è Fausto. È uno che non c’è più, era uno come noi. La sua storia sarebbe potuta capitare ad altri, a me per esempio, e ora non sarei qui a scrivere perché non sarei, esattamente come lui. Perché a lui? Questo è un mistero. Forse per qualche cosa di banale che ha salvato me e fregato lui: la genetica? la sfortuna? la forza di gravità?
Fausto, per chi ha letto libri, è anche il nome di uno che ha venduto l’anima al diavolo in cambio di gloria e fortuna. Grazie a questo scambio ha ottenuto quello che desiderava mentre viveva. Al momento della sua morte, però, Mefisto, cioè il diavolo in persona, si è presentato a pretendere quanto pattuito. Ma l’anima non c’era. Mefisto questo lo sapeva dal principio e gli è bastato per ritenersi soddisfatto. Era riuscito a far sì che Fausto, il dr. Faust, avesse creduto di averne una e che se la fosse giocata.

Vero o falso

ISBN 978-88-89280-85-0
Formato: Formato: 192 pagg., formato 12x19 cm
Prezzo: € 10.00 € 8

[<   Precedente  1  2  3  4  5  6  7  Articolo successivo   >]