Un’occasione imperdibile per ammirare gli stupefacenti acquerelli, tempere e olii, dell’artista che ammalia per la poesia e l’originalità con cui interpreta animali e paesaggi.



Il Comune di Milano - Cultura e il Museo di Storia Naturale di Milano presentano sessanta capolavori di Marzio Tamer, artista di formazione milanese, protagonista della scena internazionale dell’arte figurativa, espone per la prima volta in un’istituzione pubblica lombarda con la più vasta mostra mai allestita sulla sua opera.

Marzio Tamer realizza acquerelli, tempera all’uovo e olii su tela che rimandano, in una sorta di corto circuito estetico, all’origine remota dell’entità museale, alle Wunderkammer, ai naturali et mirabilia un tempo raccolti ed esibiti tra cerchie di eletti, e di fronte ai quali l’osservatore si raccoglie in silenzio, un po’ soggiogato, a volte dalla loro originalità, molto spesso da una profonda e ammaliante bellezza.