La città fotografata da Andrea Tarchetti tra Otto e Novecento



Attraverso proiezioni multimediali e l’esposizione di materiali originali, si percorrerà la città tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, con gli scatti di Andrea Tarchetti (Stroppiana 1854-Vercelli 1923). Il notaio, apprezzato per la sua attività di fotografo amatoriale, ha lasciato al Museo il suo copioso archivio fotografico costituito da migliaia di originali, tra lastre e positivi. Le immagini, appositamente selezionate e restaurate per l’occasione presso il Laboratorio Alinari di Firenze grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, coinvolgono il visitatore in un confronto sulla città nel tempo e alla scoperta di vedute suggestive e inattese.

Il viaggio, immaginato come una passeggiata a piedi o sulla linea di un tram, percorre il cuore di Vercelli e si dirige verso le sue periferie, a diretto contatto con la campagna. Spazi, edifici, strade dove sono stati catturati istanti di vita della nostra città.

Li riconosciamo? Quanto e come sono cambiati? La mostra non ricorda in modo nostalgico la Vercelli che non c’è più, ma invita a conoscerla meglio per poter costruire un’immagine di sé altrettanto affascinante anche per il futuro.