Dal 26 gennaio all'8 aprile 2018 a Palazzo Ferrero e Palazzo Gromo Losa.

Le storie delle leggende del passato, le testimonianze dei campioni di oggi. Fotografie, trofei e maglie da gioco delle squadre e dei giocatori più vincenti di sempre, ma anche percorsi didattici nelle scuole ed eventi collaterali su tutto il territorio.



La mostra "Il mito del calcio: dal glorioso passato un esempio per il futuro" si sviluppa, su diverse linee di racconto che soddisferanno le curiosità e la passione di bambini e adulti, non necessariamente tifosi di calcio, anzi. La mostra è rivolta anche al pubblico tradizionale dei visitatori delle mostre nei palazzi Ferrero e Gromo Losa.
Le storie dei grandi campioni del pallone di ieri e di oggi, gli esempi di Fair Play e la promozione di un corretto stile di vita sono argomenti universali pure se intrecciati con il mondo del pallone.

Maglie interattive, i campioni vi parlano! Sono una cinquantina le maglie presenti in mostra. La maggior parte sono a Palazzo Gromo Losa salvo alcune che formano, in una stanza di Palazzo Ferrero, una top11 su manichini schierati su un campo d'erba sintetica griffato da Footballove. Si passa dalla maglietta utilizzata da Gennaro Gattuso la sera dei quarti di finali ai Mondiali 2006 nella sfida contro l'Ucraina, a quella autografata da Cristiano Ronaldo e prestata alla mostra grazie alla collaborazione del suo procuratore Jorge Mendes. Non mancano poi le maglie dei grandi campioni azzurri Gianluigi Buffon (ci sono anche i suoi guanti!) e Andrea Pirlo (ci sono anche le sue scarpe!) e del cossatese Campione del Mondo Alberto Gilardino. Completano la collezione, alcune casacche più "antiche", donate alla Madonna d'Oropa dai grandi campioni del passato, tra cui Zoff, Pulici, Altafini e Bettega. Inoltre, all'inaugurazione, Paolo Maldini ha portato per essere esposta la medaglia vinta nella finale di Champions League 2007 con il Milan, mentre Damiano Tommasi ha prestato una sua maglia Azzurra utilizzata nelle Olimpiadi del '96 ad Atlanta.
QRCODE. Grazie alla partnership con il settimanale calcistico piemontese e lombardo Sprint & Sport, la maggioranza della maglie può… parlare con gli stessi campioni che raccontano la storia della loro maglia. Quindi smartphone alla mano e ascoltate i vostri campioni!
Nella sala maglie di Palazzo Gromo Losa è presente una connessione wi-fi libera per la fruizione dei contenuti multimediali.

Vittorio Pozzo si racconta… anche ai bambini. La storia di Vittorio Pozzo è invece illustrata interamente tra le mura di Palazzo Gromo Losa. Un percorso tra le foto storiche più belle selezionate dall'Archivio Pozzo, custodito dall'Archivio di Stato di Torino, cui si aggiungono numerosi cimeli tra coppe vinte e documenti storici, anche in chiave biellese.
Per facilitare la visita ai bambini, è stato pensato un percorso ad hoc per riuscire a trasmettere al meglio la storia del commissario tecnico più vincente di sempre. Grazie al nipote Piervittorio Pozzo, è presente in mostra anche un piccolo pezzo dell'aereo che trasportava il Grande Torino, che si schiantò contro Superga il 4 maggio 1949. Fu proprio Pozzo a dover riconoscere tutte le vittime, evitando lo strazio alle famiglie.

Fair Play e sana alimentazione. Nelle sale di Palazzo Ferrero, invece, è presente una collezione fotografica di Sergio Fighera, sulla visita della Nazionale a Biella nel 1980 e una selezione di altre foto storiche provenienti dagli archivi Lino Cremon e Cesare Valerio custoditi dalla Fondazione Crb e inerenti a partite amichevoli giocate dalla Juventus a Biella negli Anni '50.
Grazie alla collaborazione con Panathlon International è stato allestito un percorso didattico sul Fair Play, e un altro sulle regole basilari sana alimentazione e stili di vita grazie al progetto del dipartimento di dietologia dell'Asl di Biella diretto dal dottor Michelangelo Valenti.


VIISTE GUIDATE PER SCUOLE E GRUPPI E INFORMAZIONI SULLA MOSTRA

Una mostra, quella organizzata da #calciodeicampioni, pensata soprattutto per i più giovani. Le visite nelle scuole dei grandi campioni del mondo del calcio, assieme alla visita della mostra, si muovono in questa direzione e vogliono essere un'importante opportunità di crescita.
Visite guidate. Per le scuole primarie e secondarie, per i settori giovanili delle società di calcio o per gruppi, sono previste visite guidate su appuntamento anche in settimana, grazie al prezioso contributo dei ciceroni studenti coinvolti nel progetto formativo. Per avere informazioni in merito, occorre scrivere all'indirizzo email calciodeicampioni@palazzoferrero.it o contattare il numero 388.5647455.

Info. La mostra "Il mito del calcio: dal glorioso passato un esempio per il futuro" sarà visitabile fino all'8 aprile.

Biglietteria:
Ingresso valido per la visita alla mostra a Palazzo Ferrero e Palazzo Gromo Losa

Intero 5 euro
Ridotto 4 euro (per Ragazzi dai 17 ai 22 anni, Soci UPBeduca, Soci FAI, Soci Touring Club, Soci COOP, Dipendenti aziende sponsor, Dipendenti della Città di Biella con badge, Iscritti al CRAL Asl Biella, Pagamento con Hype).
Gratuito (per Ragazzi sino a 16 anni, Diversamente abili + accompagnatori, Giornalisti con tesserino, Tesserati Assocalciatori, Abbonamento Torino Musei Piemonte).

Apertura ed orari:
dal 26 gennaio all'8 aprile 2018
sabato e festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00
Venerdì dalle 15.00 alle 19.00
Aperture straordinarie 1 e 2 aprile dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00

Visita guidata alle sedi espositive :
Costo 4 euro (biglietto ingresso + visita guidata min 8 - max 20 persone)
su prenotazione.
Visita guidata gratuita per le scuole.



Scarica cartolina icona documento pdf